TRASMISSIONE PRATICA ENEA PER DETRAZIONI FISCALI

CONTATTACI

GeoTec Studio si occupa della trasmissione della pratica all’ENEA per permetterti di usufruire delle detrazioni fiscali previste dallECOBONUS (50% o 65%)
per la sostituzione di infissi, (finestre, serramenti e porte blindate), schermature solari; per la sostituzione della caldaia con sistemi ad alta efficienza energetica (caldaie a condensazione, pompa di calore e geotermico), acquisto e installazione di elettrodomestici. Inoltre per la sostituzione di climatizzatori/condizionatori e installazione pannelli solari, oppure per la posa di coibentazioni (cappotto termico).

Al contribuente verranno richiesti, attraverso un apposito modulo redatto dal nostro studio, tutti i dati tecnici necessari alla corretta compilazione della dichiarazione ENEA ai fini della detrazione fiscale di riferimento.

Come gestiamo la tua pratica ENEA

Operiamo in questo modo:

  • In base al tipo di intervento effettuato, ti  diamo indicazione delle informazioni tecniche necessare per la pratica.
  • Raccogliamo la tua documentazione (via mail, cartacea o tramite WhatsApp).
  • Consultiamo e analizziamo tutta la documentazione fornitaci.
  • Procediamo con la compilazione della pratica  ENEA per detrazioni fiscali.
  • Inviamo telematicamente la pratica all’ENEA.
  • Ti verrà inviato per mail, consegnato cartaceo o via WhatsApp copia della pratica e ricevuta di invio (CPID).

Di cosa si tratta?

Da qualche anno è possibile usufruire delle detrazioni Irpef (50%, 65%) previste per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici e per quelli che comportano un risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia, è necessario comunicare all’ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile) una serie di dati relativi agli interventi effettuati, al fine di consentire il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico.

Nello specifico, le pratiche da inviare ad ENEA si distinguono in due tipologie:

  • Interventi di riqualificazione energetica (ex legge 296/2006), c.d. ECOBONUS, che prevede, a seconda della tipologia dei lavori eseguiti, detrazioni che vanno dal 50% al 65%;

  • Interventi di ristrutturazione edilizia (art. 16 bis del DPR 917/86), c.d. BONUS CASA, che prevede una detrazione del 50% in merito ad interventi di ristrutturazione edilizia che comportano un risparmio energetico;

  • Sostituzione di elettrodomestici L’incentivo consente di effettuare una spesa non superiore ai 10.000 euro usufruendo di una detrazione IRPEF pari al 50%.Chi decide di acquistare mobili ed elettrodomestici che partono dalla classe A + (A per i forni), per arredare un immobile che deve essere ristrutturato, può beneficiare di tale bonus.

Ecobonus

L’agevolazione è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti:

  • riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;

  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi e chiusure oscuranti);

  • l’installazione di pannelli solari;

  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale (caldaia – pompa di calore incluso anche valvole termostatiche sui radiatori);

  • dal 2015, l’agevolazione è prevista anche per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.



Bonus casa

La trasmissione dei dati all’ENEA è obbligatoria per i seguenti interventi edilizi e tecnologici:

  • strutture edilizie (ad esempio pareti verticali, coperture e pavimenti);

  • infissi, finestre, serramenti e porta blindata;

  • impianti tecnologici (ad esempio, sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione, sistemi evoluti per la gestione del comfort ambientale);

  • installazione di pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;

  • scaldacqua a pompa di calore;

  • acquisto di elettrodomestici di classe A+ o superiore (ma solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio).

In entrambi i casi la trasmissione dei dati all’ENEA dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo

GeoTec Studio Geometra

CHIAMACI PER OGNI CHIARIMENTO